Colonnine di ricarica conformi alla normativa metrologica grazie a SAM

Il mercato della mobilità elettrica è in rapida crescita, e con esso anche la domanda di stazioni di ricarica. Per garantire che l’operazione di ricarica si svolga correttamente e che i consumatori possano essere sicuri che i calcoli per la ricarica siano esatti, dal 2019 le stazioni di ricarica devono rispettare la normativa metrologica. 

Ma chi o cos’è in realtà questa normativa metrologica? In che modo le stazioni di ricarica diventano conformi alla normativa metrologica? E cosa rende così interessante la soluzione locale SAM? Compleo risponde a queste domande in alcuni articoli. Ottenete una rapida e fondata visione d’insieme sull’argomento, e vedrete come la normativa metrologica, nonostante le sue elevate esigenze e la sua complessità di sviluppo, può in ultima analisi essere implementata in modo opportuno e intelligente sul mercato.

Come funziona SAM?

Una volta montato SAM®, la vostra stazione di ricarica è già conforme alla normativa metrologica. Nessuna manutenzione, nessun software cloud, nessun costo mensile. Tutto ciò è reso possibile dal modulo certificato di archiviazione e visualizzazione (in breve SAM®). Ma come si presenta la soluzione di Compleo nel dettaglio?

Dal 2019 le stazioni di ricarica devono essere conformi alla normativa metrologica sulla base della legge modificata. Compleo ha scelto una soluzione locale stabile, affidabile e sicura che funziona senza ulteriori restrizioni o costi di gestione. Fino alla maturità di mercato è stata tuttavia una lunga strada.

Ci sono voluti due anni e mezzo per sviluppare il SAM®. Poiché Compleo riteneva che l’unica soluzione sul mercato che rispettasse la normativa metrologica non fosse ideale, il team aziendale del dipartimento di sviluppo d’ingegneria elettronica guidato da Ingo Stahl, ha sviluppato una soluzione locale per le stazioni di ricarica assolutamente convincente nella pratica. L’obiettivo era che la messa in servizio del modulo di memorizzazione e visualizzazione consentisse ai gestori di risolvere tranquillamente l’argomento della normativa metrologica. Ciò elimina la necessità per l’operatore di fornire un backend aggiuntivo e il relativo effetto di lock-in da parte del fornitore.

Per garantire la massima flessibilità, era importante per gli sviluppatori che il cliente finale non avesse bisogno di software per la trasparenza.

“Il concetto locale richiede che io risolva tutto all’interno della stazione di ricarica, il che significa che le misurazioni non riproducibili possono essere memorizzate. Questo, a sua volta, è necessario per una realizzazione conforme alla normativa metrologica”

 

spiega Ingo Stahl. A suo avviso, questa è la soluzione più intelligente, “per non dover installare alcun server o pensare a dove si memorizzano i dati e chi è coinvolto nel processo aziendale. Pertanto, l'implementazione locale è stata per noi la soluzione più ovvia”. E invece di vincolare i gestori, il SAM® permette loro di mettere in pratica la normativa metrologica in modo semplice e sostenibile.

Per la realizzazione di SAM®, Compleo ha innanzitutto esaminato quali soluzioni erano già disponibili sul mercato e quali altri concetti esistevano. In questo modo, gli ingegneri hanno individuato rapidamente come implementare al meglio il concetto preferito.

Particolarmente impegnative sono state le numerose procedure amministrative. Da un punto di vista tecnico, la compatibilità elettromagnetica, in breve EMC, ha rappresentato la sfida più grande. “Non esiste uno standard di prodotto per dispositivi aggiuntivi dei contatori, quindi abbiamo certificato il SAM® e i contatori elettrici secondo lo standard del contatore”, spiega Stahl. Questo standard contiene requisiti EMC che sono tre volte superiori rispetto alle normali colonnine di ricarica.

“Neanche i dispositivi medici hanno requisiti così elevati come lo standard del contatore per le irradiazioni”.

Questo ha comportato un lavoro supplementare di sviluppo che ha richiesto diverse misurazioni, correzioni e ottimizzazioni.

Due anni e mezzo dopo, la soluzione interna era pronta, e proprio come il sito di produzione stesso, è stata certificata con successo dall’Istituto nazionale tedesco di metrologia (PTB). “Guardando indietro, io e il mio team siamo orgogliosi di aver rispettato i tempi assolutamente stretti”, dice Stahl, soddisfatto di questo risultato. Gli ingegneri stanno ora lavorando allo sviluppo di un contatore di corrente continua certificato.

Ecco come le colonnine di ricarica diventano conformi alla normativa metrologica

Dal 31.03.2019, le stazioni di ricarica devono essere conformi alla normativa metrologica. Che cosa significa esattamente, quali sono le soluzioni disponibili, è possibile anche successivamente? Rispondiamo a tutte le domande in questo articolo.

Il futuro appartiene alle auto elettriche. Vengono caricate con elettricità nelle stazioni di ricarica. Ma come possono i consumatori fare affidamento sul fatto di pagare solo l’elettricità che hanno effettivamente caricato? Per poter garantire una risposta affidabile in questo caso, esiste la normativa metrologica.

Questi specificano quali requisiti devono essere soddisfatti dai dispositivi di misura per ottenere risultati di misura affidabili. I risultati devono essere verificabili, presentati in forma adeguata ed elaborati in modo da evitare alterazioni. (Per maggiori informazioni leggere “La normativa metrologia spiegata in breve”).

Come soluzione sono emersi due approcci diversi: via software o via hardware. Una soluzione software richiede un’interfaccia utente per il cliente finale, il che comporta costi aggiuntivi (di licenza) e di manutenzione. In breve: i costi con il software aumentano. Inoltre, in caso di soluzioni software, il gestore delle stazioni di ricarica è di solito legato alla soluzione IT di questo fornitore. Un passaggio flessibile a un altro fornitore non è di solito possibile.

Una soluzione hardware è invece stabile, affidabile e sicura. Funziona senza ulteriori restrizioni software o costi mensili. Non ci sono costi di licenza aggiuntivi, ad esempio, e il gestore non deve fornire alcun software cloud. Invece, può usare varie connessioni backend standardizzate come di consueto.

Anche Compleo si affida a questa soluzione con il suo modulo certificato di archiviazione e visualizzazione (in breve: SAM®). SAM® è una soluzione locale all'interno della stazione di ricarica. Compleo ha già ottenuto la certificazione per il rimodernamento, così che le stazioni di ricarica esistenti possono essere attrezzate in conformità alla normativa metrologica. La soluzione, come il sito di produzione stesso, ha inoltre la certificazione secondo il Modulo B e il Modulo D per garantire così una qualità costante e quindi soddisfare i requisiti della normativa metrologica. Inoltre, il SAM® dispone già di una memoria integrata, che rende superflua la necessità di un software aggiuntivo per il backup dei valori.

Tutte le stazioni di ricarica AC sono state nel frattempo dotate del SAM® e quindi conformi alla normativa metrologica. Compleo sta già lavorando sulle stazioni di ricarica DC. Le stazioni di ricarica esistenti possono essere equipaggiate con il SAM® in modo da soddisfare anche i requisiti di legge per una misurazione e una fatturazione affidabili.

La normativa metrologia spiegata in breve

Dal 2019, le colonnine di ricarica devono essere tarate. Ma cos’è in realtà questa normativa metrologica, dove la incontriamo e perché è necessaria per le stazioni di ricarica? Spieghiamo questo e molti altri aspetti fondamentali in questo articolo.

La normativa metrologica è costituita dalla “Legge tedesca sugli strumenti di misura e taratura” (MessEG) e dal “Regolamento tedesco per strumenti di misura e taratura” (MessEV). Questi specificano quali requisiti devono essere soddisfatti dai dispositivi di misura per ottenere risultati di misura affidabili. I risultati devono essere verificabili, presentati in forma adeguata ed elaborati in modo da evitare alterazioni.

In parole povere, la normativa metrologica regola tutte le aree principali in cui la fatturazione si basa sulla quantità, come ad esempio per il riempimento del serbatoio di un riscaldamento a olio combustibile o per il contatore elettrico in casa. Per i consumatori, il riferimento alla normativa metrologica passa spesso inosservato, eppure è sempre presente: ad esempio, tutte le pompe di benzina nelle stazioni di servizio o tutte le bilance nei supermercati devono essere tarate. Questo assicura che, ad esempio, 100 grammi pesati siano effettivamente 100 grammi.

E come per il rifornimento di carburante, i consumatori vogliono poter contare sul fatto che viene calcolata solo l’elettricità utilizzata per la ricarica. Per le stazioni di ricarica, la normativa metrologica è ancora più importante, perché: normalmente non ci sono né casse né ricevute, e il pagamento in contanti, ad esempio, non è possibile. Pertanto, possono essere installati solo colonnine di ricarica conformi alla normativa metrologica.

Essere conformi alla normativa metrologica non significa altro che soddisfare i requisiti dell'ordinanza in materia. Ciò è garantito da centri di prova approvati dallo Stato che eseguono la taratura delle stazioni di ricarica. La supervisione della metrologia viene effettuata dall’Istituto nazionale tedesco di metrologia (PTB). In quanto tale, l’Istituto rientra nelle competenze del Ministero federale dell'economia e della tecnologia. Gli uffici di verifica di pesi e misure a loro volta effettuano o monitorano le tarature.

In generale: la normativa metrologica è necessaria se una misurazione non è ripetibile ed entrambe le parti coinvolte nell’operazione non sono presenti contemporaneamente. In tal caso, l’operazione deve essere protetta in altro modo, ad esempio memorizzando la transazione direttamente nella colonnina di ricarica, come nel caso del modulo di memoria e di visualizzazione (SAM), rendendola così controllabile in un secondo momento.

In breve: la normativa metrologica garantisce che i consumatori paghino solo quello che hanno ricevuto.

La soluzione locale SAM: Perché la verifica sul posto non è un problema

  • I requisiti della normativa metrologica possono essere soddisfatti con un “concetto locale” come SAM®.
  • Questa misura, mirante a rafforzare la fiducia, rende in pratica superfluo un riesame dei valori misurati.
  • L’invio di tutti i valori misurati e rilevanti per la fatturazione al backend CPO tramite il protocollo OCPP è garantito. 
  • Il CPO ha la possibilità di leggere la memoria di SAM® tramite la manutenzione remota.
  • Anche con soluzioni alternative che offrono un display remoto sotto forma di software per la trasparenza, la chiave pubblica collegata al contatore di punti di ricarica è in definitiva vincolante in caso di controversia. Anche questo richiederebbe un controllo in loco per determinare la correttezza della chiave pubblica.
  • Tutti i requisiti della della normativa metrologica sono soddisfatti.
  • Se lo desiderano, gli utenti possono fotografare i risultati delle misurazioni al termine del processo di ricarica.
  • Anche per le soluzioni alternative al GLF, in caso di controversia è necessario un controllo in loco della chiave pubblica.